Milano, il maxi "sistema" delle discariche abusive: 800mila tonnellate di rifiuti illeciti tra il 2016 e il 2020

L'operazione della Guardia di Finanza "Ghost waste" ha portato all'arresto di 5 persone per reati ambientali. L'indagine era partita dai sequestri del 2018 e 2019 a Cassano d'Adda e Pioltello

Un sistema di smaltimento illecito dei rifiuti fatto di discariche abusive e documenti falsificati. È quanto scoperto dalla Guardia di Finanza di Milano in seguito all’indagine denominata "Ghost waste”, l’operazione condotta dalla Compagnia di Gorgonzola che ha portato all’arresto di cinque persone per reati ambientali.

Alla base dello smaltimento illecito una ricicleria di Liscate, che raccoglieva rifiuti da trasportatori non autorizzati compilando falsi formulari sulla natura del materiale scaricato in discarica. Il gruppo smaltiva poi i rifiuti attraverso numerose discariche abusive, tra cui quelle sequestrate nel 2018 e nel 2019 a Cassano d’Adda e Pioltello.

Secondo le Fiamme Gialle tra il 2016 e il 2020 il sistema avrebbe smaltito abusivamente oltre 800mila tonnellate di rifiuti di ogni tipo allo scopo di lucrare sui costi dello smaltimento con documenti falsi che accertavano l’avvenuto riciclo secondo le normali procedure di legge.

Si parla di

Video popolari

Milano, il maxi "sistema" delle discariche abusive: 800mila tonnellate di rifiuti illeciti tra il 2016 e il 2020

MilanoToday è in caricamento