Milano, decide di tracciare il ladro col GPS: l'inatteso epilogo quando scopre che è un senzatetto

Dopo il decimo finestrino rotto il videomaker Emanuele Malloru aveva deciso di incontrare uno dei suoi rapinatori, ma quando capisce che è un senzatetto la sua ricerca finisce con un epilogo inatteso

 

Emanuele Malloru è un videomaker che vive e lavora a Milano. Dopo l'ennesimo furto, con tanto di finestrino spaccato, all'interno della sua automobile parcheggiata in strada, aveva deciso di tendere una trappola al prossimo rapinatore lasciando sul sedile della Mercedes uno zaino con un GPS all'interno, iniziando una vera e propria caccia all'uomo documentata interamente con un video.

Il filmmaker non si aspettava, tuttavia, di trovarsi di fronte a un senzatetto disperato, e così, dopo averlo rintracciato, decide di lasciarlo stare e di non sporgere denuncia contro il clochard, regalando ai suoi follower un inatteso epilogo.

"Il finestrino della mia auto è stato spaccato per ben 10 volte - spiega Malloru nel filmato - Avevo deciso di conoscere personalmente il ladro, tempestando l'auto di GPS, ma poi... Chi crede che questa sia una storia di perdono però si sbaglia. Si tratta semplicemente di non infierire. Ora la mia auto la parcheggio in un box, perché ho capito che in fondo pagare l'affitto del garage non mi cambia la vita. Se fai 'occhio per occhio' all'infinito, il mondo prima o poi diventa cieco".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento