Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uccisa dopo una lite furibonda, il compagno confessa: "Ho usato il cuscino per zittirla"

 

Nella notte tra martedì e mercoledì gli agenti della Squadra mobile di Milano hanno sottoposto a fermo un uomo di quarantasette anni, Pietro Carlo Artusi, accusato dell'omicidio della sua compagna Roberta Priore, la 53enne trovata morta martedì pomeriggio nella sua casa di via Piranesi 19, in zona viale Corsica. 

Secondo la ricostruzione del killer - riportata dal comandante della Squadra mobile di Milano, Lorenzo Bucossi - la causa dell'omicidio sarebbe stata una lite per futili motivi cominciata a cena, in un locale in zona Ortica, e poi proseguita a casa.

I due, la cui relazione era iniziata circa 6 mesi fa, convivevano insieme, ma il loro rapporto si stava già deteriorando. Nell'ultimo mese, infatti, c'erano già stati due diversi interventi della polizia a casa della coppia

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento