Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Referendum, Sala: "A Milano c'erano molti NO, ora serve la riforma elettorale"

Il primo cittadino parla dell'esito della consultazione per il taglio dei parlamentari all'inaugurazione dei Giardini intitolati a Luciano Foà e Roberto Bazlen

 

"La vittoria del Sì era abbastanza scontata, anche se a Milano c'era un forte fronte per il No". A dirlo è il sindaco Beppe Sala, commentando il risultato del referendum costituzionale a margine della cerimonia per l'intitolazione dei giardini pubblici di corso di Porta Romana agli editori Luciano Foà e Roberto Bazlen.

"Non ho voluto svelare il mio voto - spiega il primo cittadino - Non volevo condizionare i cittadini, anche se sapevo che da noi i No eramo molti. Non considero la vittoria del Sì né positiva né negativa. Prendo atto del risultato e mantengo il riserbo sul mio voto, anche se mi aspetto che ora si faccia la riforma elettorale".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento