rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022

Milano, scontri tra polizia e studenti in protesta

La manifestazione contro l'alternanza scuola lavoro è stata organizzata da decine di collettivi studenteschi in tutta Italia

Scontri tra polizia e studenti in protesta. È successo nel pomeriggio di venerdì 28 gennaio, intorno alle 17, nelle adiacenze di piazza Missori, durante la manifestazione contro l'alternanza scuola-lavoro e in ricordo di Lorenzo Parelli, 18enne morto proprio mentre svolgeva questa attività attraverso uno stage in una fabbrica metalmeccanica in provincia di Udine.

La manifestazione, chiamata 'Questa scuola ci sta uccidendo - In piazza per Lorenzo', è stata organizzata a Milano e in altre 20 città da decine di collettivi studenteschi. "La morte di Lorenzo - aveva spiegato in riferimento all'incidente il Collettivo politico Manzoni - non è stato un incidente, ma la diretta conseguenza di un sistema scolastico che sta diventando sempre più azienda  dove subiamo la stessa mancanza di diritti che vivono i nostri genitori sul lavoro, e che riesce a mettere il guadagno di fronte alle vite chiunque, persino di un 18enne".

Le proteste, nel capoluogo lombardo ma anche in altre città come Napoli e Torino, hanno visto diversi momenti di tensione con le forze dell'ordine, che in alcuni casi sono sfociate in vere e proprie cariche della polizia contro i ragazzi, di cui alcuni presi a manganellate. Il corteo, partito da piazza Missori, è arrivato vicino alla sede di Assolombarda e ha visto più di 300 partecipanti. Gli scontri si si sono registrati dopo che alcuni dei manifestanti hanno buttato a terra le transenne che gli sbarravano l'accesso. Gli agenti, in tenuta antisommossa, li hanno caricati allontanadoli.

Video popolari

Milano, scontri tra polizia e studenti in protesta

MilanoToday è in caricamento