Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assunzioni, sicurezza e 'No didattica a distanza': la scuola in piazza contro la ministra Azzolina

Anche a Milano studenti, genitori e insegnanti hanno protestato insieme contro le linee guida del Governo sulla riapertura degli istituti scolastici a settembre: "Queste disposizioni sono irricevibili, si stanzino i fondi necessari per una ripartenza adeguata"

 

Il mondo della scuola scende in piazza anche a Milano per protestare contro le nuove linee guida del Governo sulla riapertura delle scuole a settembre. Disposizioni che secondo genitori, docenti e studenti non garantiscono affatto la corretta ripresa delle lezioni, ma anzi la mettono a serio rischio.

"Sono linee guida irricevibili - spiegano i manifestanti - Quel che ci serve sono gli investimenti sull'istruzione, soldi che servono per assumere nuovi insegnanti e stabilizzare quelli precari. Solo con più docenti si potrà garantire il diritto alla scuola a tutti gli studenti pur rispettando le norme di distanziamento sociale anti Covid. La didattica a distanza non ha garantito questo diritto e pensare di usarla nuovamente è una discriminazione. Troviamo assurdo che l'istruzione dei nostri figli sia l'ultimo argomento in agenda del Governo, persino le discoteche riaprono prima della scuole".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento