rotate-mobile

Mascherine abusive: donna cinese aveva un magazzino con 5 milioni di presidi Covid contraffatti. Video

Nel deposito, affittato in nero vicino alla Stazione Centrale di Milano, anche 2 milioni di termometri e saturimetri senza certificazioni di sicurezza

È stata denunciata per ricettazione e frode perché deteneva illegalmente circa 5 milioni di mascherine contro il Covid. Nei guai una donna cinese residente a Milano, pizzicata dalla Guardia di Finanza mentre gestiva un’attività illecita di vendita di presidi sanitari in un magazzino affittato in nero nei pressi della Stazione Centrale.

All’interno del deposito mascherine di tutti i tipi, tutte sprovviste delle necessarie certificazioni di conformità, e circa 2 milioni di termometri e saturimetri. Stando a quanto riscontrato dalle Fiamme Gialle, la donna effettuava anche consegne a domicilio a esercizi commerciali "compiacenti" di Milano.

Video popolari

Mascherine abusive: donna cinese aveva un magazzino con 5 milioni di presidi Covid contraffatti. Video

MilanoToday è in caricamento