Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Novemila capi di abbigliamento sequestrati: "Pellicce di origine animale". Denunciato il titolare

 

Venivano spacciati come di origine sintetica, almeno così c'era scritto sull'etichetta, invece erano di origine animale. La polizia locale ha sequestrato 8.838 capi e ha denunciato il titolare di una attività della zona di via Paolo Sarpi, periferia Nord di Milano, per contraffazione e ricettazione.

Tutto è partito dalla segnalazione di un'associazione animalista, la Onlus M.e.t.a., qualche tempo fa. Segnalazione corretta, perché sia nel negozio sia nel magazzino gli agenti hanno trovato prodotti tessili (peraltro con marchio contraffatto) realizzati con parti di origine animale, con tanto di falsa attestazione in etichetta dove era indicata unicamente l'origine sintetica dei materiali utilizzati.

"Ci troviamo di fronte ad un nuovo genere di truffa - commenta l’assessore alla sicurezza Carmela Rozza - in cui la pelliccia vera è spacciata per sintetica. C’è una maggiore sensibilità da parte dei consumatori che sempre più numerosi scelgono di comprare prodotti di origine sintetica“.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento