rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022

Anche a Milano la setta che riduceva giovani ragazze a schiave sessuali: 26 indagati anche a Novara e Pavia

Al vertice un 77enne che iniziava le vittime con riti magici facendo loro il lavaggio del cervello e costringendole e tagliare i legami con la famiglia

Una potente 'psicosetta', con base operativa nella provincia di Novara e diramazioni a Milano e Pavia, che costringeva giovani ragazze alla schiavitù, anche per fini sessuali. È quanto scoperto dagli investigatori della Polizia di Stato di Torino, che sta indagando su 26 persone accusate di gravi reati anche nei confronti di minori.

A capo della setta delle “bestie” (così si chiamavano tra loro i membri del gruppo) un 77enne che iniziava le ragazze alle pratiche esoteriche per poi costringerle a pratiche sessuali che spesso sfociavano nella tortura vera e propria, e che secondo la logica del leader erano necessarie per annullare “l’io pensante” ed “entrare in un mondo magico e segreto”. Le giovani, una volta reclutate, venivano inoltre indotte a tagliare qualunque legame con la famiglia per isolarle dal mondo esterno e far loro un vero e proprio lavaggio del cervello.  

Video popolari

Anche a Milano la setta che riduceva giovani ragazze a schiave sessuali: 26 indagati anche a Novara e Pavia

MilanoToday è in caricamento