Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Smaltivano rifiuti metallici tra Lombardia, Ungheria e Croazia: smantellato l'impero del ferro

Custodia cautelare per 28 persone accusate di aver messo in piedi un giro di false fatturazioni e trasporti con documenti fasulli. Oltre 74mila le tonnellate di scarti occultati senza essere riciclati

 

Ventotto ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 28 persone accusate di far parte di un’associazione a delinquere finalizzata allo smaltimento illecito di rifiuti ferrosi.

Secondo gli investigatori dell’Antimafia di Milano, infatti, coadiuvata dalla Guardia di Finanza di Legnano, la banda gestiva formalmente una società di recupero e commercializzazione di rottami ferrosi, smaltendo tuttavia gli scarti in modo illecito con un giro di false fatture e spedizioni con documenti di trasporto taroccati che era esteso tra la Lombardia, l’Ungheria e la Croazia.

Stando a quanto ricostruito finora, gli indagati avrebbero movimentato circa 74mila tonnellate di rifiuti  occultandoli dolosamente invece di riciclarli regolarmente

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento