Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Limbiate (Milano): stoccavano rifiuti illecitamente per incendiarli invece di smaltirli

Nei guai la titolare 58enne di una discarica nella quale erano accumulate 600 tonnellate di scarti che le avrebbero fruttato un giro d'affari di circa 2 milioni di euro

 

Stoccavano rifiuti in una discarica di Limbiate, dandogli poi fuoco invece di smaltirli. A smascherare il giro d’affari i Carabinieri del NOE, il nucleo per la tutela dell’ambiente, che all’interno dell’impianto hanno sequestrato circa 600 tonnellate di rifiuti di vario genere (dalla plastica per l’imballaggio ai rottami ferrosi, passando per gli scarti edilizi)

Secondo i militari, gli scarti accumulati nella discarica avrebbero fruttato all’azienda di riciclo una somma di circa 2 milioni di euro. La titolare dell’impianto, una donna italiana di 58 anni, è ora indagata per “attività di gestione dei rifiuti non autorizzata" e "violazione delle autorizzazioni in materia ambientale”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento