rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022

Gli studenti bloccano il traffico in Porta Venezia per protesta

"Di scuola e di lavoro non si può morire", recita lo striscione che hanno mostrato a pedoni e automobilisti

Una parte degli studenti del corteo che si è svolto nella mattinata di venerdì 18 febbraio per protesta ha bloccato il traffico delle auto in porta Venezia, sedendosi sulle strisce pedonali alla fine di corso Buenos Aires. Si tratta di circa 20-30 persone.

I ragazzi a partire dalle 13.15 si sono schierati all'incrocio con un grande striscione su cui si legge "Di scuola e di lavoro non si può morire". La polizia di Stato sta intervendo sul posto per liberare la strada. Pesanti le ripercussioni sulla circolazione. "All'improvviso si sono seduti a terra e hanno bloccato tutto", racconta un automobilista.

"Non si può morire a scuola", hanno urlato i ragazzi in coro. E ancora: "Giuseppe è vivo e lotta insieme a noi", hanno gridato ricordando Giuseppe Lenoci, lo studente di 16 anni morto in un incidente stradale nell'Anconetano mentre si recava nell'azienda dove stava facendo uno stage.

La protesta degli studenti - contro l'attuale assetto dell'alternanza scuola-lavoro e il ritorno della seconda prova all'esame di maturità - è partita venerdì mattina alle 9 in Cairoli, contando la presenza di circa 600 persone che hanno sfilato verso piazza Fontana. Durante la manifestazione non si sono registrati scontri, anche se le vetrate delle banche sono state bersaglio di uova e vernice.

Video popolari

Gli studenti bloccano il traffico in Porta Venezia per protesta

MilanoToday è in caricamento