rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Rubavano i suv per rivendere i pezzi nell'est Europa: sgominata la "Banda della pausa pranzo"

In manette anche i titolari di una carrozzeria di Monza dove le vetture rubate a Milano venivano smontate e fatte sparire: "Uno dei principali centri di riciclaggio della Lombardia"

L’hanno ribattezzata la “banda della pausa pranzo”: un gruppo specializzato nel furto di Suv tra Milano e Monza con addetti allo scasso che agivano durante l’ora delle pause negli uffici e operai che smontavano le automobili in un centro demolizioni di Monza per farle sparire e rivenderne le parti come pezzi di ricambio.

In manette, oltre agli addetti al furto e ai meccanici addetti allo “smembramento” delle vetture (ben 32 in soli 38 giorni), anche i titolari della carrozzeria, ritenuti i capi della banda. Secondo quanto scoperto dagli agenti della Polizia Stradale dopo un’intensa attività d’indagine, si tratterebbe di uno dei principali centri di riciclaggio di automobili della Lombardia. Circa di 800mila euro il guadagno ricavato dalla banda vendendo le parti di ricambio sul mercato est europeo.

Video popolari

Rubavano i suv per rivendere i pezzi nell'est Europa: sgominata la "Banda della pausa pranzo"

MilanoToday è in caricamento