Telecom si riorganizza, incertezza per i lavoratori dell'indotto che protestano sotto la sede

Quattro ore di sciopero per protestare contro il piano di riorganizzazione di Telecom Italia, attraverso il quale l'azienda nelle settimane scorse ha dichiarato 6.500 lavoratori in esubero e la volontà di rivedere con almeno il 10% di sconto contratti con le aziende di appalto.

Per Roberta Turi, della segreteria nazionale Fiom, e Candido Omiciuolo, coordinatore del settore delle installazioni telefoniche, "il piano di Telecom rischia di produrre effetti estremamente negativi sull’occupazione e sulle condizioni di lavoro dei lavoratori delle aziende che lavorano in appalto". "Il ribasso dei contratti chiesto dal gruppo - continuano - non consentirebbe neppure di applicare il contratto nazionale ai lavoratori."

"La Fiom chiede un intervento immediato del ministero su Telecom Italia per impedire un peggioramento delle condizioni dei lavoratori del settore delle installazioni telefoniche ed eventuali esuberi." "È una situazione inaccettabile - concludono Turi e Omiciuolo - nel momento in cui si stanno facendo investimenti pubblici ingenti per diffondere la banda ultra larga nel paese."

Si parla di

Video popolari

Telecom si riorganizza, incertezza per i lavoratori dell'indotto che protestano sotto la sede

MilanoToday è in caricamento