Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Migranti stipati "come merce" nei camion per passare le frontiere: 34 arresti

 

Trentaquattro persone sono state arresate con l'accusa di avere fatto parte di una banda di trafficanti di migranti a livello internazionale. Le operazioni sono state coordinate da Ilda Boccassini e dalla direzione distrettuale antimafia di Milano. Le indagini si sono protratte per due anni e sono state compiute dagli agenti della squadra mobile in diverse province italiane.

Ai vertici soprattutto egiziani e afghani. In Italia sono state arrestate diciotto persone di cui tre italiani e cinque a Milano. Per alcuni destinatari della misura - irreperibili - è stato emesso il mandato di arresto europeo.

I membri dell'organizzazione indirizzavano i profughi appena sbarcati verso la città di Milano. I migranti venivano poi contattati per l'ultima parte del viaggio, ovvero l'uscita dall'Italia in vista dell'agognato nord d'Europa, di notte. I migranti venivano letteralmente stipati dentro furgoni, camion e anche automobili, come vera e propria merce. La Boccassini l'ha definita "la globalizzazione del male" e ha commentato che si tratta di migranti che avevano già "per mesi, anche per anni, affrontato mille disagi per arrivare in Italia". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento