Triage Covid, l'ospedale Sacco replica ai sindacati: "I percorsi separati sono attivi, presto anche un tendone esterno"

Il direttore medico di presidioPietro Olivieri ribatte all'accusa della Fials che denunciava la mancanza di corsie riservate per i pazienti con sospetto Coronavirus

Una secca smentita. Risponde così l'ASST Sacco Fatebenefratelli alle accuse del sindacato degli infermieri Fials, secondo il quale nel pronto soccorso del presidio ospedaliero di Milano mancherebbe un adeguato triage per separare i pazienti Covid dai non Covid.

"Si tratta di un'affermazione senza alcun fondamento - replica ai microfoni di Milano Today il direttore medico di presidio Pietro Olivieri - Dentro l'ospedale, così come al pronto soccorso esistono percorsi differenziati e approvati dall'ATS (l'Agenzia di Tutela della Salute della Regione Lombardia, ndr). Presto attiveremo inoltre un tendone esterno per incrementare ulteriormente le misure di sicurezza in vista dell'inverno". 

Video popolari

Triage Covid, l'ospedale Sacco replica ai sindacati: "I percorsi separati sono attivi, presto anche un tendone esterno"

MilanoToday è in caricamento