Merce che non esisteva venduta sul web: con i soldi comprava auto, barche e ville di lusso

Nei guai un imprenditore lombardo a capo della maxi truffa. Guardia di Finanza in azione anche a Milano dopo decine di sequestri in varie province. Si stimano profitti illeciti per quasi 150 milioni di euro

C’è anche Milano tra le città coinvolte nel maxi sequestro di beni effettuato dalla Guardia di Finanza nei confronti di un noto imprenditore di Cremona, protagonista, insieme a  una quindicina di complici, di una truffa milionaria che gli aveva fruttato automobili, barche e ville di lusso.

L’uomo, attraverso società fittizie, vendeva sul web a prezzi stracciati prodotti che in realtà non esistevano, reinvestendo poi i proventi in beni di lusso, terreni e persino quote azionarie di società commerciali. Secondo i calcoli degli investigatori, il sodalizio avrebbe fruttato profitti che sfiorano i 150 milioni di euro

Si parla di

Video popolari

Merce che non esisteva venduta sul web: con i soldi comprava auto, barche e ville di lusso

MilanoToday è in caricamento