Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Willy come Abba": Milano ricorda i due ragazzi uccisi a causa dell'odio razziale

Il capoluogo lombardo si stringe attorno alla famiglia del giovane morto a Roma nel giorno in memoria di Abdul Guibre, massacrato a sprangate per un pacchetto di biscotti nel 2008

 

Nel giorno dei funerali a Roma, anche Milano si stringe intorno alla famiglia di Willy Monteiro, e lo fa nell'anniversario della morte di un altro ragazzo nero ucciso per motivi razziali, Abdul Guibre detto "Abba": il primo vittima di un pestaggio a opera di quattro picchiatori vicini agli ambienti di estrema destra, il secondo morto perché preso a sprangate da due negozianti milanesi che sostenevano di averlo visto rubare un pacchetto di biscotti.

"Quando abbiamo appreso della storia di Willy il pensiero è andato subito ad Abba - spiegano alcun manifestanti - Si tratta di due morti causate da una cultura razzista, machista e violenta. Oggi siamo qui per dire basta, per dire che quel che è accaduto non dovrebbe più succedere e invece accade ancora troppo spesso". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento