Abbiategrasso Porta Venezia / Via Felice Casati

Emergenza profughi: a Magenta potrebbero arrivarne altri cento. Invernizzi e Cecchetti: «No»

Il primo cittadino e il consigliere regionale della Lega hanno dichiarato la loro contrarietà al provvedimento del Prefetto. Intanto a Milano è emergenza profughi

Profughi in stazione Centrale a Milano (immagine repertorio)

Altri cento migranti potrebbero arrivare a Magenta. Una notizia che ha creato scalpore in città che da alcuni mesi ospita circa un centinaio di migranti nel centro «La Vicenziana» di via Casati. 

«Ci siamo attivati immediatamente per contattare la Prefettura al fine di esporre la nostra assoluta contrarietà a questa ipotesi — ha commentato in una nota il primo cittadino Marco Invernizzi (centrosinistra) —. Premesso che il valore dell'accoglienza è per noi irrinunciabile, siamo convinti  che Magenta si troverebbe in difficoltà nel vedere nuovi ospiti sul suo territorio».

«Ormai il nostro territorio – tuona il consigliere regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) — è usato dal governo come un grande centro di accoglienza per clandestini: a Rho ne trasferiranno 500 al campo base di Expo (le informazioni trapelate parlano di 150, ndr), a Legnano stanno individuando i luoghi in cui farli arrivare e a Magenta, che già ne ospita un centinaio in via Casati, ne verranno mandati altri cento. Stiamo assistendo a una vera e propria invasione programmata su cui è stato creato un business incredibile che da tempo ingrassa e arricchisce chi sta gestendo questo fenomeno».

Nel frattempo non c'è ancora una data sull'arrivo dei profughi al Campo Base di Expo. A Milano continuano gli arrivi e diverse decine di migranti ogni giorno sono accampati in Piazza Duca d'Aosta, nei presso della Stazione Centrale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza profughi: a Magenta potrebbero arrivarne altri cento. Invernizzi e Cecchetti: «No»

MilanoToday è in caricamento