Forze Armate San Siro / Via delle Forze Armate, 103

Chiuderà presto la Città del Gioco, la più grande ludoteca di Milano e forse d'Italia

Il titolare cerca nuovi spazi dopo il mancato rinnovo del contratto d'affitto da parte della nuova proprietà dei muri

La Città del Gioco (dal sito ufficiale)

Seicento metri quadri, più di cento tavoli, capienza di più di cinquecento persone. Sono i numeri della Città del Gioco, la più grande ludoteca di Milano, quasi certamente d'Italia, forse perfino d'Europa. L'indirizzo lo conoscono tutti gli appassionati di giochi di società: via delle Forze Armate 103. 

Un baluardo di Milano, tra Baggio e San Siro, che ora rischia di chiudere per sempre: il contratto d'affitto scade il 30 novembre e i "muri" hanno cambiato la proprietà. «Sto cercando altri locali in affitto, perché questo patrimonio ludico non vada perso», spiega il titolare Luigi Iorno, sessantatré anni, cuoco mancato, cresciuto a San Siro, una vita a far divertire le persone con i giochi: la prima attività, Ore Felici, era sia pub sia ludoteca. Dal 1990 la nuova realtà, la Città del Gioco appunto.

Trovare una nuova "casa" per la ludoteca non è affatto facile. Per mantenere l'attività a questo livello (capienza e offerta: cinquecento giochi per oltre milleduecento scatole) servono spazi ampi, ma con un canone d'affitto non troppo esoso. D'altra parte, trascorrere tutta la serata alla Città del Gioco costa cinque euro durante la settimana, anche meno nel weekend. E Iorno non vuole certo alzare i prezzi delle consumazioni.

Di qui l'appello su Facebook. E al titolare sono arrivate parecchie segnalazioni e interessamenti. Sarebbe davvero un peccato se a Milano venisse a mancare il "regno" incontrastato dei giochi in scatola, comprese vere e proprie rarità da collezione, meta di appassionati e anche di club che vengono a sfidarsi alla Città del Gioco settimanalmente, in serate "a tema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuderà presto la Città del Gioco, la più grande ludoteca di Milano e forse d'Italia

MilanoToday è in caricamento