Martedì, 28 Settembre 2021
Forze Armate Baggio / Via Cancano

Soy Mendel, le ruspe abbattono il murale dedicato al rapper morto a 23 anni

Organizzato un presidio dei militanti del centro sociale sgomberato da poco

Presidio dei militanti del centro sociale Soy Mendel per mercoledì mattina, dalle sette e mezza alle otto e mezza. Gli antagonisti si ritroveranno in via Cancano a Baggio, nei pressi della sede da cui sono stati sgomberati il 13 giugno, vestiti di mascherina e tuta bianca.

"Vogliamo evidenziare - si legge nella nota che hanno diffuso - il rischio amianto, ma anche l’incompatibilità di un progetto così impattante sulla viabilità dell’area a causa di un nuovo supermercato e del numero di appartamenti che verranno edificati". E segnalano che sarebbe "fortemente a rischio" la presenza della colonia felina. Come è noto, tra l'altro, le colonie di gatti a Milano sono protette dai regolamenti.

In via Cancano è stato già fornito dal Comune di Milano il permesso a costruire un supermercato (di marchio Lidl) che i residenti giudicano superfluo visto che a pochi metri esiste già un Cafferour. Non è ancora stato rilasciato invece il via libera per tre torri residenziali di cui però si sa che i piani totali saranno 26 e non più 30.

Non è tutto: le ruspe, che hanno abbattuto i muri dello spazio sgomberato, hanno di fatto "cancellato" il murale dedicato a Hafiz, attivista del centro sociale Soy Mendel, deceduto ad aprile 2018, quando aveva 23 anni, per un tumore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soy Mendel, le ruspe abbattono il murale dedicato al rapper morto a 23 anni

MilanoToday è in caricamento