rotate-mobile
Forze Armate via val cannobina

Sparatoria via Val Cannobina, fuori pericolo il ferito più grave

Ne avrà per 30 giorni ma si salverà: è stato ferito all'addome. Indagini a tutto campo

Bruno C., ferito all'addome durante la sparatoria avvenuta in via Val Cannobina martedì 12 marzo verso le sette del pomeriggio, è fuori pericolo. I medici hanno stabilito in trenta giorni la prognosi per lui. Secondo la ricostruzione degli investigatori è stato il secondo ad essere colpito dall'arma da fuoco, dopo il titolare dell'agenzia immobiliare, Luca G., che ha rimediato invece una ferita alla gamba. Bruno C. lavora saltuariamente come artigiano per conto del titolare dell'agenzia.

Nessuna pista viene esclusa anche se la rapina sembra essere l'ipotesi meno probabile, visto che un'agenzia immobiliare di solito non ha una grande disponibilità di liquidi in cassa e comunque quelli che c'erano non sono stati toccati. Tuttavia i feriti e la moglie del titolare hanno affermato di non aver mai subito minacce. Mistero infine anche sulla dinamica, comunque sembra che i colpi siano partiti in seguito a una colluttazione tra i due aggrediti e i due che hanno fatto irruzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria via Val Cannobina, fuori pericolo il ferito più grave

MilanoToday è in caricamento