rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Forze Armate Baggio / Piazza Anita Garibaldi

Violentata a Baggio, arrestato un marocchino: incastrato dal braccialetto

E’ stata violentata domenica mattina, appena uscita dalla discoteca. Arrestato un marocchino 25enne clandestino, inchiodato con il braccialetto della ragazza in tasca. In manette anche un connazionale 45enne per aver tentato di stuprare la ragazza, dopo la prima violenza

L'ha trovata sul ciglio della strada una pattuglia della Polizia, che si stava recando a Baggio per una lite scoppiata tra immigrati. Una ragazza di 30 anni ha subito raccontato agli agenti di essere stata stuprata e rapinata del suo braccialetto. Erano le 6 del mattino di domenica.

La giovane ha detto di essere stata trascinata in un parco da un uomo e di essere stata poi da lui violentata. Mentre il primo aggressore si allontanava un altro magrebino ha tentato di molestarla nuovamente, ma la ragazza è riuscita a fuggire. 

La giovane, nonostante lo choc, è riuscita a fornire agli agenti una descrizione abbastanza dettagliata dello stupratore. L’aggressore è risultato essere proprio uno dei due marocchini coinvolto nella rissa che la volante, che ha soccorso la ragazza, avrebbe dovuto sedare. La prova che ha inchiodato l’uomo è il braccialetto che aveva in tasca, di proprietà proprio della ragazza che aveva appena stuprato.

E’ finito quindi in manette per violenza sessuale Mansour Toufik, 25enne marocchino immigrato clandestino con piccoli precedenti penali. In manette anche un suo connazionale 45enne che avrebbe tentato di stuprare la ragazza dopo la prima violenza.

A Milano dall’inizio dell’anno questo è il 25esimo stupro.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata a Baggio, arrestato un marocchino: incastrato dal braccialetto

MilanoToday è in caricamento