BaggioToday

Disperato per fame e sete, s'incatena davanti a convento di frati

Dopo aver bussato inutilmente alla porta di un convento un marocchino si e' legato con una catena e poi ha ingoiato la chiave del lucchetto

Dopo aver bussato inutilmente alla porta di un convento un marocchino si e' legato con una catena e poi ha ingoiato la chiave del lucchetto.

Protagonista dell'ennesimo dramma dettato dalla miseria e dall'emarginazione un marocchino di 34 anni, trovato nel primo pomeriggio da un passante ancora legato davanti a Santuario del Santissimo Crocifisso dei frati cappuccini, in piazza Cimitero Maggiore (nella foto a sinistra).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha raccontato che la notte prima aveva cercato invano ospitalita', come gia' accaduto altre volte. Ma forse a causa dell'ora tarda nessuno lo ha sentito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

  • Milano, violenza sessuale al Parco Nord: ragazza 20enne stuprata in una notte d'orrore

  • Mega rissa a colpi di cestelli al supermercato perché non indossano la mascherina: il video

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento