BaggioToday

Disabili: un montascale donato da privati al Rosa Luxemburg

Tre ragazzi dell'istituto potranno ora entrare dall'ingresso principale come (e con) i loro compagni

Uno dei ragazzi disabili della scuola e il nuovo montascale (Foto Municipio 7)

Tre studenti dell'istituto professionale Rosa Luxemburg (via degli Ulivi, quartiere degli Olmi), dalla ripresa delle lezioni, possono accedere alla loro scuola nonostante le loro difficoltà motorie attraverso la scalinata d'ingresso principale, insieme ai loro compagni. Merito della donazione - da parte dell'azienda privata Mobility Center - di un moderno ausilio adatto allo scopo.

In precedenza, i tre studenti erano costretti ad attraversare il giardino, lungo un percorso che, con la carrozzina, era quasi impraticabile soprattutto nelle giornate di pioggia. Era infatti presente un montascale ma si trattava di un modello da interni, inadatto alle intemperie e quindi rotto.

La Città Metropolitana - competente sulle infrastrutture scolastiche - aveva fatto sapere di non avere i fondi, dovendo far fronte a molte richieste. Così Annamaria Borando, dirigente scolastica del Rosa Luxemburg, ha chiesto aiuto al Municipio 7. E si è fatta avanti la società privata, decidendo di donare l'ausilio alla scuola. 

«Sono molto contenta che un'importante azienda come Mobility e il nostro Municipio siano stati così sensibili al problema dei disabili e abbiano immediatamente trovato una soluzione per i nostri studenti - è il commento della dirigente scolastica del Luxemburg, Annamaria Borando - aiutandoci a mantenere l'impegno di consentire a ragazzi disabili motori l'accesso a scuola senza problemi».

«Questo straordinario risultato è stato possibile grazie ad una virtuosa alleanza tra pubblico e privato - commenta Marco Bestetti, presidente del Municipio 7 - iniziando a concretizzare il lavoro che abbiamo avviato negli ultimi mesi sul tema del superamento delle barriere architettoniche».

E il progetto non finisce qui. «Non si tratta solo di beneficenza - spiega Andrea Ferretti, presidente di Mobility Center - perché questo intervento è il primo passo di un progetto più strutturato con cui vogliamo affiancare il Comune di Milano nell’abbattimento delle barriere architettoniche a costo zero per la collettività».

Il prossimo passo sarà dunque quello di creare una associazione senza scopo di lucro, che raccolga dai privati le donazioni per installare altri montascale dove necessario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quello che siamo riusciti a fare alla scuola Luxemburg - conclude Bestetti - è un ottimo esempio di come pubblico e privato possano risolvere insieme i problemi, con competenza, efficienza e rapidità. Ma è solo il primo passo. Abbiamo intenzione di lavorare molto sul tema del superamento delle barriere architettoniche, perché siamo convinti che sia un obbligo morale e di civiltà verso i nostri cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento