BaggioToday

Piscina, palestra, basket, volley e calcio: a Bisceglie un nuovo grande centro sportivo

Il 'Parri Mengoni' si trova vicino alla fermata della metropolitana di Bisceglie M1. Beppe Sala: "Questo è un esempio di periferia"

Il centro sportivo (foto Fb/Beppe Sala)

Un centro sportivo rinnovato e a dispozione dei cittadini, con una piscina, una palestra, un palazzetto per basket, volley e tre campi da calcetto. È il Parri Mengoni del quartiere di Bisceglie, nel Parco dei fontanili, che da gennaio verrà riaperto. Ad annunciarlo con un video su Facebook il sindaco di Milano, Beppe Sala.

Il polo multisport è stato fermo a lungo a causa di importanti lavori di ristrutturazione ma dovrebbe riaprire a gennaio. "Questo è un esempio di periferia - ha detto il sindaco commentando la riapertura dello spazio -. Molto spesso sotto questa accezione designamo un mondo fatto di problemi, che spesso ci sono, da realtà da migliorare, e spesso ci sono, ma a volte le periferie sono anche queste. Qui siamo a 200 metri dalla fermata della metro di Bisceglie e ci sono sviluppi residenziali assolutamente gradevoli".

"L'idea - ha concluso Sala - è sempre quella di rigenerare, di non portare via verde, anzi di valorizzarlo. E il Parco dei fontanili ne è un esempio". A commentare l'attesa riapertura anche l'assessore comunale allo Sport, Roberta Guaineri che sui social ha scritto: "Tra pochissimo finalmente la piscina Parri-Mengoni apre! Un centro sportivo gestito da Milanosport per le famiglie della zona Parco dei Fontanili ma non solo (...). Si conclude così un’importante parte del percorso di riqualificazione della zona Municipio 6 di Milano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento