BaggioToday

Piazza Sicilia (Milano), scontro tra Municipio 7 e Comune: «Intervento troppo invasivo»

Secondo il "parlamentino" la viabilità del quartiere si appesantirà con la parziale chiusura di via Sacco. Bene invece l'area pedonale davanti alla scuola

Via Sacco e la scuola di piazza sicilia

Il progetto di rifacimento in piazza Sicilia? «Molto invasivo e critico in termini di impatto sulla viabilità». E' netto il parere del Municipio 7, guidato dal centrodestra, su uno degli ultimi interventi di rifacimento di piazze e strade a Milano in tempi brevi e low cost.

L'intervento prevede la creazione di una area pedonale (mille metri quadrati) davanti all'ingresso della scuola Novaro-Ferrucci. Un'area che poi sarà attrezzata con tavoli da pic-nic e ping-pong. Ma anche rastrelliere per biciclette e alberi in vaso. Contemporaneamente, in via Sacco (la strada che finisce in piazza, ad angolo della scuola) sarà allargato il marciapiedi sul lato scuola. E all'incrocio tra via Sacco e via Seprio sarà accorciata la lunghezza degli attraversamenti pedonali per incrementare lo spazio pedonale a disposizione dei genitori. 

Secondo Palazzo Marino l'intervento non ridurrà i posti auto, ma gli spazi di sosta saranno riordinati per proteggere le alberature. E in via Sardegna, che incrocia piazza Sicilia, saranno realizzate due corsie ciclabili (una per direzione) che si connetteranno all'itinerario Bisceglie-Castello. 

Municipio 7: «Siamo critici, troppe indeterminatezze»

Critico, come si diceva, il Municipio 7. Che propone di concentrare l'intervento sulla sola piazza Sicilia, cioè sull'area davanti alla scuola, «senza compromettere l'immissione veicolare da via Sardegna», come si legge in una nota del presidente Marco Bestetti, secondo cui al contrario, nelle vie limitrofe, verrà aumentato il traffico dei veicoli e conseguentemente l'inquinamento acustico e atmosferico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contestata in particolare la chiusura parziale di via Sacco in fasce orarie «ancora da definire, con indeterminatezza e pressapochismo incompatibili con la necessità di esprimere un parere favorevole». Indeterminata anche la previsione del divieto di sosta «in alcune fasce orarie giornaliere». Così come il progetto, pur essendo definito temporaneo nella relazione tecnica, non ha una data di scadenza né le modalità di monitoraggio degli esiti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

  • Coronavirus, ecco la nuova autocertificazione per uscire durante il coprifuoco in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento