Porta Vercellina Via Washington Porta Magenta / Via Coluccio Salutati

"Sono tua figlia, mi servono l'oro e i soldi": 94enne truffata

La donna è stata contattata al telefono da una finta figlia

Indaga la polizia

Una donna di 94 anni è stata truffata nel primo pomeriggio di venerdì 5 agosto con una tecnica ormai "classica" ma che, purtroppo, continua a mietere vittime soprattutto tra gli anziani e le persone fragili in generale.

Il trucco è quello della finta parente (questa volta, finta figlia) che chiede con la massima urgenza denaro e oggetti preziosi accampando una scusa (questa volta doveva pagare una bolletta in scadenza) e annuncia che una persona fidata passerà a ritirare il tutto.

L'anziana ci è cascata. La presunta figlia, al telefono, le ha chiesto 600 euro in contanti e 300 grammi in oggetti d'oro, spiegando che un'amica si sarebbe fatta viva per il ritiro. E infatti poco dopo un'altra donna ha contattato, sempre telefonicamente, la 94enne chiedendole se poteva scendere dall'abitazione di via Salutati (zona corso Vercelli) perché il parcheggio era difficoltoso. Ma l'anziana ha detto di no, così la donna è salita lei stessa in casa e si è fatta consegnare il pattuito, per poi far perdere le proprie tracce.

L'anziana ha quindi telefonato alla vera figlia per confermare di avere effettuato la consegna, ma a quel punto ha compreso - dalle risposte della figlia, che è caduta dalle nuvole - di essere stata ingannata. Così ha avvertito la polizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono tua figlia, mi servono l'oro e i soldi": 94enne truffata

MilanoToday è in caricamento