Giovedì, 28 Ottobre 2021
Baggio Baggio / Via delle Forze Armate

Giovane massacrato a calci per un portafogli: ma glielo restituiscono perché era vuoto

Due ragazzi italiani sono finiti in manette: hanno picchiato con calci e pugni un 24enne. Denunciata anche un'amica 17enne dei due che si è scagliata contro gli agenti di polizia

Preso a calci e pugni mentre era a terra. Due contro uno. Cercavano di rubargli cellulare e portafogli. Fino a quando non è riuscito a rialzarsi, fuggire e rifugiarsi all'interno di un supermercato h24 della zona. 

I due rapinatori, due 20enni italiani pregiudicati, sono stati arrestati dalla polizia per rapina in concorso. Insieme a loro c'era una ragazzina 17enne, denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale. La giovanissima, infatti, si è scagliata contro gli agenti con insulti di ogni tipo, nel vano tentativo difendere i suoi amici.

L'aggressione: circondato e preso a calci per terra

Stando a quanto ricostruito dalla questura, è successo tutto attorno alle 4 di mercoledì, tra via delle Forze Armate e via Bianca Milesi, in zona Baggio a Milano.

La vittima è un ragazzo angolano di 24 anni, regolare e senza precedenti penali. Stava rincasando quando nei pressi della sua abitazione è stato affiancato da uno degli aggressori che gli ha dato un pugno sul volto per rapinarlo del telefono cellulare. Il giovane africano, spaventato, ha cercato di scappare ma è stato subito trattenuto dallo zaino dal secondo malvivente. Che lo ha scaraventato al suolo. 

L'arrivo della polizia e l'arresto

Una volta a terra i due lo hanno preso a calci. Gli urlavano di consegnare il portafogli, che alla fine si sono presi ma hanno restituito al mittente perché era vuoto. Finalmente il 24enne è riuscito a fuggire nel vicino supermercato e sul posto sono intervenute le volanti della polizia. I due, che erano in compagnia della ragazzina, sono stati bloccati poco distante dagli agenti. 

Il 24enne, che ha recuperato anche il cellulare, è stato soccorso dal 118 e trasportato all'ospedale San Carlo in codice verde. Per fortuna, per il giovane, calci e pugni non hanno prodotto guai più seri.

"So dove trovarti. Mi devi dare un Rolex": arrestato pregiudicato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane massacrato a calci per un portafogli: ma glielo restituiscono perché era vuoto

MilanoToday è in caricamento