San Siro San Siro / Viale Mar Jonio

Negozi sfitti a San Siro: 200 mila euro dalla Regione Lombardia

Il bando Aler riguarda negozi e altri spazi commerciali ora vuoti

Duecentomila euro in co-finanziamento dalla Regione Lombardia, a fondo perduto, per coprire l'80% del costo di ristrutturazione di dieci negozi (o comunque spazi commerciali) nel quartiere di San Siro, a Milano. E' il bando di Aler chiamato "Nuove luci a San Siro", presentato giovedì mattina al Teatro Osoppo dall'assessore regionale alla casa Stefano Bolognini insieme al presidente di Aler Milano Angelo Sala e alla docente del Politecnico Francesca Cognetti.

Gli aggiudicatari pagheranno poi un canone abbattuto del 50% rispetto ai valori di mercato e potranno anche scomputare il 20% non finanziato attraverso il canone di affitto. L'obiettivo è creare nuove opportunità di lavoro, promuovere la socialità e utilizzare il patrimonio sfitto. "Vogliamo riqualificare l'area urbana di San Siro, una delle più sensibili e dove il patrimonio immobiliare di Aler Milano è tra i più vasti e bisognosi di interventi innovativi", ha spiegato Bolognini.

Ad aprile sarà poi pubblicato un altro bando, questa volta dedicato al Terzo Settore, rivolto a progetti di cittadinanza attiva. Per partecipare invece a "Nuove luci a San Siro" c'è tempo fino al 12 aprile mentre le graduatorie saranno pubblicate entro il 30 giugno. Occorre presentare un progetto al massimo per 3 diversi spazi. Le proposte saranno valutate da un nucleo composto da 3 rappresentanti di Aler, 2 del Politecnico e 2 della Regione. Chiunque voglia partecipare al bando deve necessariamente visitare lo spazio o gli spazi a cui è interessato in date prestabilite (18 febbraio, 20 febbraio, 12 marzo e 14 marzo).

Tre spazi si trovano in viale Mar Jonio 7: un seminterrato, un sottotetto e un piano rialzato. Poi un negozio in piazzale Segesta 3 (la nuova torre). Ancora, un seminterrato in via Ricciarelli 12 e altri spazi in via Abbiati 1, via Tracia 3, via Zamagna 4, viale Aretusa 1 e viale Aretusa 4. 

"Il bando per la riqualificazione di 10 negozi a San Siro annunciato oggi dalla giunta regionale è un'idea che il comune di Milano ebbe già, e mise in pratica, ancora con la giunta Pisapia", ribatte Carmela Rozza, ora consigliera regionale del Pd: "Evidentemente era una buona idea, anche se il comune fu un po' più generoso e concesse i negozi gratuitamente per cinque anni. Oggi stiamo però parlando di 200 mila euro a fronte di un bilancio regionale di 23 miliardi: è una notizia solo perché arrivano dopo anni di nulla".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi sfitti a San Siro: 200 mila euro dalla Regione Lombardia

MilanoToday è in caricamento