menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cascina Case Nuove (novembre 2013)

Cascina Case Nuove (novembre 2013)

Cascina Case Nuove: lavori bloccati

La messa in sicurezza è stata stoppata dalla sovrintendenza. Durissima l'associazione Vivere San Siro: "Anziché salvarla l'hanno deturpata"

Cascina Case Nuove ancora una volta in stato di abbandono. L'edificio vicino a  via Paravia è "fermo", anche se nel 2012 era iniziata una messa in sicurezza da parte del comune, proprietario dell'edificio. La sovrintendenza ha dato lo stop ai lavori e ora non si sa quale possa essere il futuro della cascina, costruita nel '600 dietro una fornace oggi inesistente.

L'associazione Vivere San Siro ha affisso all'esterno un duro j'accuse rivolto all'amministrazione di centrosinistra. La cascina Case Nuove, infatti, è stata stralciata dal bando che prevedeva la cessione delle cascine comunali a soggetti privati: "Così - si legge nel manifesto - è stato vanificato l'impegno dell'associazione, forte di 900 firme raccolte tra i cittadini".

Cascina Case Nuove non ha più gli elementi di pregio che la caratterizzavano, almeno a detta dell'associazione: inferriate in ferro battuto, camini del '700, pavimenti in cotto e altro ancora.

E non è tutto: anche la cascina Torretta di Trenno, a dire dell'associazione, rischia una fine ingloriosa. Ex convento del 1400, è anch'essa di proprietà comunale. "Di recente - si legge nel manifesto - è stata oggetto di un intervento di housing sociale che ha asfaltato i terreni agricoli. Oggi case, strade e cemento la circondano completamente, così da chiudere l'ultima stalla funzionante più vicina al centro di Milano nel 2012: una perdita tanto grave quanto sconosciuta ai cittadini. Un esempio di ipocrisia del motto di Expo, "nutrire il pianeta", quando non si riescono a salvare nemmeno le ultime due cascine di San Siro".

"Il 25 marzo 2012 la maggioranza del consiglio di zona 7 ha varato il piano triennale delle opere. Al quarto posto c'era l'intervento di recupero della cascina Case Nuove, che per vent'anni aveva versato in uno stato d'abbandono", commenta Alessandro De Chirico, consigliere di Forza Italia: "Evidentemente l'assessore De Cesaris, dando avvio ai lavori, non era a conoscenza dei vincoli della sovrintendenza. Intanto però il tetto e le pareti di pregio sono state cancellate". Negli ultimi anni la cascina era diventata rifugio di disperati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento