San Siro Via Preneste

Milano, mannaia in pugno cerca di aggredire la moglie davanti ai figlioletti: uomo arrestato

L'uomo, in preda alla follia, è sceso in strada urlando con la mannaia in mano: arrestato

Foto repertorio

È sceso in strada urlando e squarciando il silenzio della notte. Quando ha scoperto che lei era riuscita a rifugiarsi in casa con i bimbi, l'ha raggiunta e ha continuato a minacciarla. E non si è fermato neanche davanti agli agenti, che alla fine lo hanno disarmato e portato via in manette. 

Un uomo di quarantotto anni, un cittadino marocchino, è stato arrestato martedì notte dalla polizia con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti di sua moglie, una donna italiana di quaranta anni. 

A chiedere l'intervento della Volante è stata proprio la donna, che ha raccontato che suo marito - visibilmente ubriaco - era sceso in strada con una mannaia in mano alla sua ricerca. Lui stesso, dopo aver scoperto che in realtà la donna si era rifugiata in casa insieme ai loro due figli di dieci e dodici anni, era poi tornato alla carica fermandosi davanti alla porta e continuando a minacciarla di morte con l'arma in pugno. 

Neanche l'arrivo degli agenti è servito a tranquillizzare l'uomo, che anche davanti a loro ha insultato e terrorizzato la compagna prima di essere bloccato e ammanettato.

La vittima, scossa ma illesa, ha spiegato ai poliziotti che non era la prima volta che il marito la aggrediva. Già in passato - come confermato da alcuni certificati medici che aveva conservato e che ha mostrato ai poliziotti - l'uomo l'aveva minacciata e picchiata. Lei, però, non aveva mai trovato il coraggio di denunciarlo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, mannaia in pugno cerca di aggredire la moglie davanti ai figlioletti: uomo arrestato

MilanoToday è in caricamento