menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Case popolari in piazzale Falterona

Case popolari in piazzale Falterona

Casa occupata in piazzale Falterona: escono i carabinieri ma non l'Aler

Ennesima occupazione nelle case popolari di San Siro. Anche questa volta l'Aler non interviene subito e le forze dell'ordine non possono sgomberare

Ennesima occupazione nella notte tra sabato e domenica alle case popolari di San Siro. Questa volta in piazzale Falterona. Episodi aumentati esponenzialmente negli ultimi tempi e che rischiano di non fare nemmeno più notizia. Gli abitanti del quartiere - quelli onesti, che pagano il canone all'Aler - hanno, però, sempre più paura. Perché dietro alle occupazioni c'è un racket organizzato. Perché chi "sfonda" prende soldi da chi poi materialmente occupa.

L'operazione, come sempre, nottetempo. Si individua un appartamento vuoto (magari da pochi giorni), si butta giù la porta (svegliando tutti) e si fa entrare chi ha chiesto aiuto al racket per avere un alloggio.

Nel caso di piazzale Falterona sono arrivati i carabinieri ma non gli ispettori dell'Aler: gli unici titolati a chiedere lo sgombero se non c'è flagranza di reato, in quanto proprietari. Inutilmente decine di residenti nello stabile hanno chiesto a gran voce ai militari di agire contro gli occupanti.

L'escalation di insicurezza a San Siro comincia a fare paura. Qualche giorno fa, in via Albertinelli (adiacente a piazzale Falterona), un anziano è stato sequestrato in casa per rapina. E in una delle ultime occupazioni di alloggi popolari vuoti, il "racket" era fornito di chiavi per entrare senza sfondare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento