rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
San Siro San Siro / Via dei Piccolomini

Ex Ippodromo del Trotto, c'è il vincolo per le scuderie

La decisione della commissione regionale: ma sull'area si potrà comunque costruire

Le scuderie dell'ex Ippodromo del Trotto, a San Siro, vengono poste sotto vincolo. Tutelata anche la pista storica, ma in modo indiretto, per il legame con le scuderie. Ma questo non significa che non si potrà, eventualmente, costruire. La decisione è arrivata dalla commissione regionale preposta a questi vincoli, su proposta della Sovrintendenza.

Italia Nostra e i Verdi avevano avanzato una richiesta di vincolo più "pesante" ma senza successo: a febbraio 2017 la stessa Sovrintendenza lo aveva negato. L'obiettivo degli ecologisti era impedire totalmente che l'area potesse essere edificata o, come loro affermano, subisse la "speculazione edilizia". Caduta infatti la funzione sportiva, a Snaitech rimane un'area inutilizzata da fare fruttare.

Ma il "buco" dell'ex Trotto non è positivo nemmeno per il quartiere: si sono già verificati, e di recente, episodi di vandalismo. A ottobre due ragazzi minorenni hanno svuotato gli estintori e rotto alcune vetrate a colpi di martello. L'obiettivo di Snaitech è ottenere dal Comune di Milano una variante urbanistica per sfruttare almeno in parte i 97 mila metri quadri di terreno e, d'altra parte, il Comune nel 2015 ha scritto nero su bianco che tutto l'ex Trotto non aveva più una "ragione" sportiva. 

L'attività del Trotto era infatti stata trasferita alla Maura, altra pista storica del quartiere dello sport di San Siro, poco più a nord. Quanto all'ex Trotto, che ormai versa nel comprensibile degrado, potrebbe essere utilizzato come "quarto anello" dello stadio di calcio, con funzioni extrasportive, se Palazzo Marino, Milan e Inter si metteranno mai d'accordo nel rendere il Meazza più simile agli impianti moderni europei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Ippodromo del Trotto, c'è il vincolo per le scuderie

MilanoToday è in caricamento