rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
San Siro San Siro / Piazzale Selinunte

13enne picchiata da madre e fratello "perché non vuole andare a scuola"

La ragazzina si è rifugiata nello studio medico del piano di sotto: la donna e il fratello arrestati. Le violenze andavano avanti da mesi

Una ragazzina di 13 anni è dovuta fuggire nello studio medico del piano di sotto per sottrarsi alla furia della madre e del fratello maggiore, che venerdì mattina la stavano picchiando con violenza. E' successo nel cuore del quartiere San Siro, in piazzale Selinunte. La dottoressa titolare dello studio, vedendo i lividi e la ferita aperta in testa, e consapevole che le liti in quella casa erano frequenti, ha chiamato la polizia e il 118.

Madre e fratello sono stati arrestati dalla polizia. Lei ha 55 anni ed è originaria delle Mauritius, lui ha 26 anni ed è nato in Italia. Non era in casa il padre, un indiano (con cittadinanza italiana) di 62 anni, che però è stato denunciato perché in altre circostanze aveva partecipato anche lui ai pestaggi tra le mura domestiche, con un bastone e una doga del letto, come poi la 13enne ha riferito. Sì, perché gli episodi di violenza si perpetravano da qualche mese.

Ma cosa ha potuto spingere un'intera famiglia a "sfogarsi" contro la figlia più piccola? La madre ha tentato di giustificarsi asserendo che la ragazza era una ribelle e non voleva andare a scuola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

13enne picchiata da madre e fratello "perché non vuole andare a scuola"

MilanoToday è in caricamento