BaronaToday

Cinghiale ammazzato a Milano, Enpa: "Di nuovo personale non addestrato e materiali inadatti uccidono animale selvatico"

La denuncia dell'associazione animalista dopo i fatti di giovedì mattina

Cinghiale morto (foto Panoramio)

Di nuovo un cinghiale freddato in città. Di nuovo un intervento di recupero di un animale selvatico spaventato e in difficoltà si trasforma in un'uccisione da parte del Nucleo Ittico Venatorio di Città Metropolitana di Milano. Dopo che un animale era stato abbattuto a Trezzano lo scorso settembre, giovedì mattina un altro dei due suidi finiti a Milano dal Naviglio Grande (il primo è stato imbragato dai vigili del fuoco e addormentato) ha subito lo stesso triste destino. Secondo Enpa questa cruenta gestione della fauna si deve alla mancanza di personale competente e materiali idonei.

La denuncia

"Ancora una volta il recupero - si legge in una nota di Lav e Enoa - è stato problematico per mancanza di personale addestrato e di materiali idonei, finendo poi nella solita parziale mattanza, come già accaduto in passato. Ieri un cinghiale è stato ucciso a colpi di fucile nei corselli di un garage (in via Tobagi, ndr), dopo aver tentato di anestetizzarlo con attrezzature non idonee".

"Non si comprende - continuano le due associazioni - per quale motivo non sia invece intervenuto il personale formato con in dotazione lo specifico fucile caricato con dardi narcotizzanti, anche considerando che Enpa Milano aveva già fatto presente alle istituzioni che è necessario che vengano create squadre di pronto intervento idonee per neutralizzare in modo non letale questi animali. Senza mettere in pericolo uomini e animali e senza inutili e pericolose uccisioni". Seconto quanto affermato da Città Metropolitana di Milano il cinghiale avvistato in via Tobagi "è stato narcotizzato una volta trovato all'interno di un condominio ma poi abbattutto perché diventato molto aggressivo una volta raggiunto dal dardo".

Anche il terzo cinghiale avvistato giovedì a Gaggiano, sempre nel Naviglio, per l'associazione è stato anestetizzato solo dopo  "innumerevoli tentativi di sedazione con materiale inidoneo", come si legge in un comunicato. L'animale, affidato a Lav e Enpa, è poi stato trasferito al Rifugio Miletta di Agrate Conturbia dove si è risvegliato dalla sedazione e sembra essere in buone condizioni di salute.

“Con sempre maggiore frequenza accade che gli animali selvatici, che spesso vivono nelle zone limitrofe a quelle urbanizzate, si trovino in situazioni di difficoltà - scrivono le due associazioni animaliste -.  Ancora una volta abbiamo visto i Vigili del Fuoco intervenire, anche oltre le loro competenze, ma con assenza di armi narcotiche idonee da parte della polizia metropolitana, di un veterinario formato e senza attrezzature per imbragamento, cattura e trasporto. Si sono potuti vedere in un video, girato dai volontari della Task Force Animalista, pompieri su un canotto che cercavano di inoculare narcotico al cinghiale in acqua con una siringa ipodermica. Operazione problematica e pericolosa per tutti".

"Le associazioni - concludono le due sigle animaliste - richiedono con urgenza al Prefetto e al sindaco della Città Metropolitana, che è il sindaco di Milano Sala, la convocazione di un tavolo fra tutte le componenti interessate, per non continuare a mettere in atto azioni pericolose e fonte di maltrattamento per gli animali. Stilando protocolli e linee guida che consentano di affrontare le emergenze con strumenti idonei e con un nucleo specializzato che si avvalga di personale con una formazione specifica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento