BaronaToday

Dopo 22 anni di carcere per omicidio torna 'in piazza' a spacciare con un socio: arrestati

E' pauroso il curriculum vitae dei due uomini finiti nella 'rete' degli agenti della Mobile

Formicola e Barbaro

Un passato criminale da paura: fra omicidi - tentati e riusciti -, associazione mafiosa, sequestri di persona, estorsioni, rapine, armi e droga. Ed un presente ancora attivo nel settore degli stupefacenti. E' questo il curriculum vitae di due uomini finiti nella 'rete' degli agenti della Squadra Mobile di Milano, guidati da Lorenzo Bucossi, nella giornata di mercoledì.

I due - Lucio Formicola, campano di settantadue anni e Domenico Barbaro, calabrese di cinquantatré anni - sono stati arrestati nel quartiere di Giambellino. Al seguito di una veloce indagine, i poliziotti della Sesta sezione, coordinati da Francesco Giustolisi, hanno bloccato la coppia all'esterno di un appartamento in via Dei Gelsomini. 

Addosso, spiegano dalla questura, Formicola aveva cinquantacinque grammi di cocaina oltre ad un doppione delle chiavi di casa e dell'auto di Barbaro. La perquisizione domiciliare, a quel punto, è d'obbligo. In casa di Formicola ci sono mille euro in contanti in una cassaforte e due chiavi di auto e altre chiavi di auto.

In casa di Barbaro, in soffitta, vengono rinvenuti centotrenta grammi di coca, duecento di marijuana, un bilancino, una pistola calibro ventidue e oltre un centinaio di proiettili: centonovanta cartucce calibro 9X21, settantaquattro cartucce 7,65 e due proiettili calibro ventidue.

In una Bmw posteggiata poco lontana - della quale entrambi avevano le chiavi - c'è la canna di un'altra pistola nel vano portaoggetti, oltre ad alcuni proiettili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Barbaro - che era affidato ai servizi sociali - in passato aveva fatto diversi anni di carcere, mentre Formicola - sorvegliato speciale - era uscito dal carcere nel 2015 dopo oltre un ventennio in prigione per un omicidio commesso negli anni novanta. Entrambi sono stati arrestati con per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione illegale di armi da sparo e munizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento