Martedì, 28 Settembre 2021
Lorenteggio Giambellino Via Giambellino

Milano, a 26 anni è un "piccolo imprenditore" dello spaccio a domicilio: ragazzo arrestato

In manette un ragazzo di 26 anni, senza nessun precedente. Spacciava soltanto in casa

L'unico suo precedente - piccolo, piccolissimo - era una semplice segnalazione per droga di ormai otto anni fa. Eppure in casa sua gli agenti hanno trovato tracce di oltre un chilo di marijuana. 

Un ragazzo di ventisei anni - un italiano incensurato e insospettabile - è stato arrestato giovedì dai poliziotti del commissariato Lorenteggio con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Le manette per lui sono scattate nella sua abitazione di via Giambellino: un appartamento che il giovane aveva trasformato nella sede della sua attività di spaccio. Il ragazzo, come un piccolo imprenditore, si era messo in proprio ed era riuscito a mettere in piedi un giro decisamente organizzato e con regole precise, tanto che riceveva i suoi clienti - sempre gli stessi - soltanto in casa. 

I poliziotti, arrivati a lui dopo aver raccolto alcune informazioni nel quartiere, in quella casa hanno trovato duecento grammi di marijuana e un bilancino di precisione. Sempre nell'appartamento, poi, gli agenti hanno sequestrato buste di cellophane vuote, e tagliate, al cui interno - questa la teoria degli investigatori - si crede che il ragazzo avesse conservato nei giorni scorsi almeno un chilo di "erba". 

Proprio quei sacchetti, che forse il 26enne non aveva buttato per tenere la contabilità, sono stati fatali al ragazzo. Per lui - che alle spalle ha solo una segnalazione per uso personale di quando aveva 18 anni - si sono aperte le porte del carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, a 26 anni è un "piccolo imprenditore" dello spaccio a domicilio: ragazzo arrestato

MilanoToday è in caricamento