Lunedì, 17 Maggio 2021
Lorenteggio Giambellino Lorenteggio / Via Emanuele Odazio

Casa popolare occupata e liberata per la rivolta degli inquilini

La repressione delle occupazioni ormai passa soprattutto attraverso la sorveglianza fai da te

Lo stabile protagonista della tentata occupazione

Per la seconda volta in poco tempo, a Lorenteggio, un'occupazione abusiva è stata sventata sul nascere grazie all'impegno dei residenti. E' successo lunedì 13, di prima mattina, in via Odazio. Palazzo Aler, un alloggio vuoto: qualcuno era appena entrato. Gli inquilini se ne sono accorti e hanno scatenato il pandemonio. Una vera e propria ribellione contro gli occupanti abusivi, fatta anche di oggetti lanciati per le scale.

In circa due ore l'occupazione è rientrata, grazie anche all'intervento delle forze dell'ordine e della proprietà, cioè Aler. Gli inquilini hanno capito che, per ottenere immediatamente il risultato, devono rischiare. Ed evidentemente sono disposti a farlo.

L'abusivismo è una vera e propria piaga nelle case popolari milanesi. Su di sé una parte importante di responsabilità sulla cattiva manutenzione degli stabili, perché significa meno risorse per Aler, che non riscuote alcunché da chi ha occupato un alloggio. Gli altri inquilini, quelli regolari, devono pagare per tutti. E sopportano situazioni border line sulla legalità e il degrado. Anche perché dietro all'abusivismo c'è il racket. Ovvero delinquenza, organizzata o no che sia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa popolare occupata e liberata per la rivolta degli inquilini

MilanoToday è in caricamento