rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Lorenteggio Giambellino Barona / Piazzale Luigi Negrelli

Spaccano, pestano e rubano auto: hanno 13 e 15 anni. Arrestati

Dietro ai semafori, armati di bastone, picchiavano e pestavano gli automobilisti fermi. Fermati due membri di baby gang: egiziani, hanno 13 e 15 anni. S'indaga per scoprire gli altri

Si appostavano all'incrocio nel cuore della notte, attendevano che le auto si fermassero al semaforo ed estraevano il bastone per picchiare e rapinare l'automobilista. I carabinieri hanno bloccato due giovanissimi componenti di una spietata baby gang composta da sei o sette minorenni, specializzati in rapine di auto. I due, 13 e 15 anni, entrambi italiani di origine egiziana, sono stati sorpresi questa notte dopo l'ennesimo colpo in piazza Negrelli (nella foto).

Il 15enne è stato arrestato per rapina aggravata e rinchiuso nel carcere minorile Beccaria, mentre il 13enne è stato segnalato in Procura e affidato ai genitori. Gli investigatori hanno accertato la loro responsabilità in almeno tre rapine, ma stanno svolgendo accertamenti su altri quattro colpi commessi nelle ultime tre settimane.

L'ULTIMA RAPINA - L'ultimo a farne le spese, questa notte alle 4, è stato un 71enne italiano al volante di una Honda Civic, malmenato e trasportato all'ospedale San Paolo con diverse contusioni. L'uomo è stato rapinato con una tecnica ben consolidata nelle vicinanze dell'università Iulm, la stessa zona dove sono state commesse le altre rapine. I giovani hanno aspettato che l'automobilista si fermasse allo stop di piazza Negrelli, hanno aperto la portiera, spinto a terra il 71enne, che è stato picchiato a calci, pugni e colpi di bastone, prima di fuggire al volante della Civic. I militari, che negli ultimi giorni avevano intensificato i controlli in quell'isolato, li hanno inseguiti e raggiunti in via Lodovico il Moro. Un complice è riuscito a scappare.

USATE LE AUTO RAPINATE - Grazie anche alla collaborazione dei due giovani bloccati, i carabinieri della Compagnia Porta Magenta hanno ritrovato parcheggiate in via De Nicola e in via Crivelli altre due auto rapinate dallo stesso gruppo il 17 e il 20 aprile scorso, sempre in piena notte nelle vicinanze dell'ateneo. Si tratta di una Jeep Cherokee e di una Ford Fiesta, il cui proprietario era stato rapinato anche del portafoglio. I due baby criminali hanno detto di aver utilizzato le auto rapinate per commettere altri colpi. Gli investigatori sono a caccia dei restanti componenti della baby gang, tutti italiani minorenni, e stanno effettuando verifiche su eventuali altre rapine, in una zona che in passato era già finita al centro delle cronache per episodi di prostituzione maschile. Secondo i carabinieri, i due piccoli malviventi appartengono a famiglie non particolarmente disagiate. Tutti i componenti vivono nello stesso quartiere, non lontano da quello in cui agivano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccano, pestano e rubano auto: hanno 13 e 15 anni. Arrestati

MilanoToday è in caricamento