Giovedì, 29 Luglio 2021
Lorenteggio Giambellino Lorenteggio / Piazza Napoli

Pretende duemila euro in un mese dalla madre: lei si rifiuta, lui la picchia

Arrestato l'uomo, che era già stato in carcere per lo stesso motivo

Arrestato per maltrattamenti

Era già finito in carcere per maltrattamenti ed estorsione nei confronti di sua madre, ma - uscito di prigione e nonostante un provvedimento di allontanamento dall'abitazione - è tornato a vivere con lei, che lo ha accolto comunque, e nonostante le promesse di un cambiamento nel comportamento ha continuato a maltrattare la donna ed estorcerle denaro.

Protagonisti un uomo di 43 anni e sua madre, che di anni ne ha 70. Scenario, l'abitazione di piazza Napoli a Milano. La nuova convivenza è iniziata nel mese di maggio 2017 e fin da subito il 43enne ha mostrato di non essere affatto cambiato: in meno di un mese ha estorto circa duemila euro alla madre, poco per volta e ripetutamente.

Così anche nella giornata del 29 maggio: all'ora di pranzo ha chiesto dieci euro ed è uscito per poi fare ritorno nel primo pomeriggio, chiedendo altri dieci euro. Che questa volta la madre non gli ha dato i soldi. Finendo spinta per terra lungo il pavimento.

L'anziana è riuscita comunque a recarsi dalla vicina di casa, che ha chiamato la polizia e il 118. Gli agenti sono arrivati e hanno arrestato il figlio, che risponde di maltrattamenti ed estorsione. Secondo quanto si apprende, i soldi li "buttava" in alcol e droga. Quanto all'anziana, ha rifiutato le cure dei sanitari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretende duemila euro in un mese dalla madre: lei si rifiuta, lui la picchia

MilanoToday è in caricamento