rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Barona

Naviglio Pavese, pronta la pista ciclabile: ora il circuito è completo

Inaugurata da qualche giorno, il nuovo tratto ciclabile completa la pista. Da adesso, sulle due ruote si possono percorrere gli oltre 25 chilometri che collegano Milano a Pavia. Il servizio

pista-1_1Il cammino è finalmente concluso. Guido Podestà, Presidente della Provincia di Milano, Giovanni De Nicola, Assessore alle Infrastrutture e Mobilità, e Giovanni Castoldi, Sindaco di Binasco, hanno inaugurato il nuovo ed ultimo tratto della ‘Pista ciclabile del Naviglio Pavese’. Un milione e 100 mila euro l’investimento della Provincia per la realizzazione di due sottopassaggi ciclopedonali, una passerella in legno e circa 450 m di nuova pista.


Il desiderio dei cittadini si è conciliato con il forte impegno dell’Assessorato. Il nodo critico di Binasco è stato dunque messo in sicurezza, così che oggi è possibile percorrere in bicicletta gli oltre 25 chilometri che collegano Milano a Pavia, lungo l’ottocentesca alzaia del Naviglio Pavese. Il giorno dell’inaugurazione ha visto i cittadini inforcare le proprie bici, per conoscere subito le nuove architetture che percorrono il verde del Parco Agricolo Sud Milano.

Ultima tappa dell’itinerario, il Castello di Binasco; qui la presentazione ufficiale di ‘BYPASS – interventi di plastica ambientale’. Un’iniziativa, questa, rivolta agli studenti dell’Accademia di Brera e dell’Università di Cracovia; gemellaggio nato per riqualificare aree spesso tetre e pericolose, come sono quelle dei sottopassi. Un’esposizione, dunque, che si è prefissa di presentare e trovare soluzioni utili per trasformare queste aree in luoghi gradevoli, da attraversare in ogni momento del giorno.


A chiudere la giornata, infine, la presentazione di un progetto a tutela delle due ruote. Nasce il Registro provinciale delle biciclette, un’idea in più per promuovere l’uso di questo mezzo a impatto zero. Ogni cittadino di Milano e Provincia potrà, da oggi, lasciare il proprio nominativo affinché nel telaio della bici venga installato un microchip capace di localizzarla ovunque essa si trovi. Un nuovo, piccolo, accorgimento tecnologico che mira a combattere il sempre più diffuso fenomeno del furto.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naviglio Pavese, pronta la pista ciclabile: ora il circuito è completo

MilanoToday è in caricamento