menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune rinuncia al parcheggio sotto la Darsena

Dopo 5 anni il Comune rinuncia al parcheggio sotterraneo al di sotto della Darsena, che aveva creato degrado nella zona. Soddisfazione e incredulità da parte dei comitati di quartiere, contrari da sempre al progetto. La ditta appaltatrice minaccia invece una battaglia legale

Dopo un braccio di ferro con i cittadini della zona, contrari al progetto, e con la ditta appaltatrice, il Comune di Milano ha annunciato  di aver revocato la concessione per il progetto del parcheggio sotto la Darsena, perché i documenti presentati dalla società costruttrice sono  “inaccettabili”.

L’intervento sotto il famoso canale milanese, uno dei luoghi della movida cittadina, era stato deciso 5 anni fa e inserito nel piano delle opere prioritarie per la città già nel 2004. Qualche giorno fa il sindaco di Milano ha fatto marcia indietro sulla decisione presa dal suo predecessore Albertini.

In questi 5 anni, mentre si sarebbe dovuto costruire il parcheggio, l’area in questione è diventata una discarica della movida: pattumiera e acqua stagnante. L’idea è quella di riportare la Darsena al suo aspetto originale: “La Darsena sarà restituita alla città, verde e riqualificata” ha detto il sindaco  Moratti.

Increduli ma soddisfatti i comitati del quartiere Navigli che da anni si oppongo  alla costruzione dei 300 box per residenti e dei 700 parcheggi a rotazione interrati sotto il canale navigabile. Per gli abitanti del quartiere, il progetto non faceva che deturpare uno degli angoli più belli e suggestivi di Milano.

Ma la società appaltatrice, Darsena spa, è pronta a dare battaglia legale., considerando soprattutto i 14 milioni di euro che ha già speso nel progetto  del parcheggio.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento