rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Barona Porta Ticinese / Via Emilio Gola

Via Gola, colpì con un proittile un 22enne: poliziotto denunciato

Il fatto risale allo scorso 6 novembre. L'agente sostiene di aver sparato perché l'auto in cui si trovava il giovane non si fermò all'alt e investì un suo collega, ma un testimone smentisce

Un giovane ivoriano di 22 anni questa mattina ha denunciato per tentato omicidio il poliziotto, Massimiliano P., 32 anni che lo scorso 6 novembre sparò 6 colpi di pistola e lo ferì. L'ivoriano si trovava a bordo di un'auto rubata in via Gola, in zona Navigli, a Milano insieme ad un amico quando venne colpito al fianco sinistro.

Stando a una prima ricostruzione dei fatti e alla versione dello stesso poliziotto,  la macchina su cui viaggiavano i due giovani, Vincenzo P. e Lacine K. non si fermò all'alt delle forze dell'ordine e investì prima il suo collega e poi cercò di investire lui, che sparò i 6 colpi contro l'auto colpendo il 22enne. A guidare l'auto era l'amico, un italiano, che è stato arrestato.

Gli altri finirono nella parte posteriore della macchina. Il giovane venne operato all'intestino il giorno stesso e rimase in ospedale fino al 13 novembre, con una prognosi di 60 giorni. Nella denuncia a carico dell'agente, l'avvocato D'Alessio riporta però la testimonianza di un uomo che era là quella mattina, il quale ha raccontato che il primo agente non venne investito, che la macchina si era fermata e che poi quando era ripartita il poliziotto aveva sparato.

Nella denuncia l'avvocato ha allegato gli atti del processo in corso a carico dell'altro giovane, chiedendo anche una perizia balistica. "La polizia scientifica - ha affermato il legale - quel giorno non ha nemmeno fotografato i bossoli e l'ospedale dove è stato ricoverato non ci ha dato ancora i referti medici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Gola, colpì con un proittile un 22enne: poliziotto denunciato

MilanoToday è in caricamento