Sabato, 25 Settembre 2021
Brera

Inquinamento, a Milano arriva la pubblicità "mangia smog": il maxi cartellone a Brera

Si tratta di uno speciale tessuto che ricopre le impalcature di un palazzo in ristrutturazione

Vista dall'esterno sembra una normale copertura di un cantiere, ma chi l'ha progettata e realizzata assicura che è in grado di "mangiare" lo smog. È la maxi affissione che in questi giorni svetta fra via Pontaccio e via Madonnina, nel cuore pulsante di Brera, coprendo le impalcature di un palazzo in ristrutturazione.

Il pannello su cui è installata la maxi affissione (una superficie di oltre 400 mq) è infatti realizzato con theBreath, un tessuto multistrato prodotto dall'italiana Anemotech, che secondo i progettisti "è in grado di migliorare la qualità dell’ambiente e di ridurre drasticamente l'inquinamento presente nell'atmosfera circostante". 

La pubblicità che pulisce l'aria: come funziona

"La sua trama — spiega la società in un comunicato — è infatti formata da due strati esterni in materiale stampabile e traspirante (consentono dunque il passaggio in entrata e in uscita dell'aria) e da un'anima intermedia, costituita da una cartuccia in fibra carbonica, capace di 'catturare' e disgregare le sostanze volatili nocive. Il tutto sfruttando il flusso passivo dell'aria - che è in continuo movimento - e quindi senza bisogno di ricorrere a fonti energetiche aggiuntive".

Secondo i dati forniti dall'azienda una "pubblicità antismog" di 10 metri quadrati è in grado di assorbire in un anno le emissioni di 15 caldaie o procurate dal passaggio di 1.450 auto diesel e da 3.635 auto benzina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento, a Milano arriva la pubblicità "mangia smog": il maxi cartellone a Brera

MilanoToday è in caricamento