menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede degli escursionisti a Porta Volta

La sede degli escursionisti a Porta Volta

Caselli daziari, a Porta Volta due pesi e due misure?

Rinnovato il contratto ai reduci di guerra ma non agli escursionisti del Cai, che spesero 60mila euro per ripristinare la struttura. Arrigoni (zona 1) perplesso

Scoppia la polemica sui caselli daziari, quelli della circonvallazione dei Bastioni, dati in affitto ad associazioni di vario genere. Alcuni saranno sfrattati e altri no, e c'è già chi parla di due pesi e due misure. Come infatti riporta il "Corriere", sono soprattutto i caselli di piazzale Baiamonti a creare qualche perplessità: se da una parte gli ex combattenti si vedono prorogare l'affitto con la formula 6+6, dall'altra la società escursionisti milanesi del Cai è sfrattata e destinata a spostarsi in piazza Sicilia.

Non è d'accordo Fabio Arrigoni, presidente della zona 1 ed esponente del Partito democratico, che ribadisce la volontà di usare i caselli daziari per attività culturali e quella degli escursionisti risponde perfettamente ai requisiti. Tra l'altro si tratta di un secondo trasloco in pochi anni, dopo quello (del 2005) da via Ugo Foscolo (Galleria) a Baiamonti, che gli escursionisti hanno ripristinato a proprie spese con un esborso di almeno 60 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento