rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Milano Centro

Più bus, più bici e meno auto: il progetto del Municipio 1 per la Cerchia dei Navigli

Un ordine del giorno per "ridisegnare" l'arteria circolare

Due corsie riservate al trasporto pubblico, ai taxi, alle moto e - attraverso il modello "bike lane" - alle biciclette, oltre ad una corsia centrale a senso unico di marcia per il traffico automobilistico privato in direzione di marcia antioraria. E' così che, da Cadorna a Lanza, potrebbe variare il modo di circolare lungo la "cerchia interna", stando ad un ordine del giorno che verrà votato martedì sera in consiglio di Municipio 1, presentato da Mattia Abdu del Pd.

L'obiettivo è quello di arrivare al raddoppio delle corsie per il trasporto pubblico (da una a due), ora solo in senso orario, realizzando anche una nuova corsia ciclabile. "Vogliamo portarci avanti rispetto al momento in cui entrerà in funzione la nuova linea 4 della metropolitana cercando di dare più spazio al trasporto pubblico", la dichiarazione di Fabio Arrigoni, presidente del Municipio del centro storico: "La proposta dovrà essere valutata anche dai tecnici ma secondo i primi calcoli le dimensioni delle strade dovrebbero andare bene quasi dappertutto".

L'ordine del giorno prevede modifiche anche in altri tratti, ad esempio il nodo di via Pontaccio, spesso con code, attraverso varie possibili soluzioni tra cui l'introduzione di una zona a traffico limitato. Si prevede poi il mantenimento del doppio senso di marcia in via Carducci (Cadorna-D'Ancona) con una corsia ciclabile per ognuna delle due direzioni di marcia. Arrigoni si augura che i lavori possano iniziare già nel 2020 da San Babila a Lanza, aggiungendo che verrà chiesto un parere alla questura, che si trova proprio in quel tratto della cerchia in via Fatebenefratelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più bus, più bici e meno auto: il progetto del Municipio 1 per la Cerchia dei Navigli

MilanoToday è in caricamento