rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Milano Centro Corso Magenta

Preferenziale di Corso Magenta: cartelli poco chiari, tanti ricorsi

Ecopass e corsie preferenziali sotto accusa: poco chiari i cartelli e tanti i milanesi multati. Decine di centinaia i ricorsi dei cittadini fotografati dalle telecamere che non ci stanno a pagare. Una battaglia che va avanti ormai dall'introduzione del ticket

Sotto accusa la corsia preferenziale di Corso Magenta, che permette l’accesso al centro solo a mezzi pubblici e taxi.

Dal primo gennaio 2008 infatti, con l’introduzione dell’Ecopass, alcune vie di ingresso al centro sono state trasformate in corsie preferenziali e quindi anche se si paga la quota di ingresso al centro storico, passando sotto quelle telecamere si prende una multa salata, sugli 80 euro circa.

Il problema con Corso Magenta è che la segnaletica che dovrebbe indicare il divieto d’accesso alle auto private non è facilmente leggibile, anzi è addirittura confusa: infatti il cartello indica contemporaneamente che l’area è riservata solo ai “mezzi autorizzati” ma anche che inizia la zona di transito a pagamento.

La giustizia milanese è intasata dalle contestazioni degli automobilisti, perché non è solo Corso Magenta a creare problemi. Dall’introduzione del ticket per il centro storico infatti, i milanesi hanno denunciato a più riprese la cripticità dei cartelli e le trappole che alcuni ingressi  rappresentano. Il tribunale è sommerso, basti pensare che al giorno le udienze che riguardano questo problema diviabilità sono tra le 250 e le 300 e il Comune ha rinunciato a difendersi in alcuni casi, disertando qualche udienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preferenziale di Corso Magenta: cartelli poco chiari, tanti ricorsi

MilanoToday è in caricamento