menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della protesta - Foto © Sal Giaquinto

Un momento della protesta - Foto © Sal Giaquinto

'Maiali' sgozzati in piazza San Babila a Milano: “Venite, aiutatemi a tagliare loro la gola” | Foto

Azione forte degli animalisti de Le Iene Vegane, che hanno creato un macello in piazza

Un finto macellaio con una maschera bianca sul volto e un camice intriso di sangue. Due ragazzi - un uomo e una donna - seminudi e chiusi in una gabbia minuscola con una testa da maiale, pronti ad essere uccisi e fatti a pezzi. Il tutto con in sottofondo l’audio dei versi degli animali che vanno incontro alla loro morte. 

Protesta forte degli animalisti de “Le Iene vegane”, che lunedì pomeriggio hanno trasformato piazza San Babila in un macello a cielo aperto per mostrare - hanno spiegato loro stessi - la “triste realtà celata dietro l’industria della carne e dei suoi derivati” e per evidenziare - da qui la scelta di due persone nel ruolo dei maiali - che gli animali sono senzienti ed "umani". 

Video | I “maiali” sgozzati in piazza San Babila

protesta animalisti maiali video-2

Gli animalisti, per nulla nuovi ad azioni così eclatanti, hanno simulato l’uccisione dei due “maiali” e il “macellaio”, microfono in pugno, ha invitato i passanti ad avvicinarsi per aiutarlo. “Affondate il coltello nella loro carne - ha urlato il giovane, porgendo la lama a tutti -. Venite, assaggiate, sono soltanto dei maiali, degli animali, dei pezzi di carne”. 

“Abbiamo inscenato - hanno poi spiegato Le Iene vegane - la situazione che vivono i maiali da ingrasso e le scrofe nelle gabbie di contenzione. Animali ridotti in schiavitù, in pochissimo spazio, costretti nei propri escrementi" tra "piaghe" e "sangue che cola. Esseri innocenti che non hanno fatto nulla di male per essere schiavizzati e assassinati”. 

“Vengono considerati buoni da mangiare - hanno continuato gli attivisti -. Esseri senzienti con un cuore pulsante come noi, che vorrebbero vivere come noi. Davvero - hanno concluso - non riusciamo ad andare oltre un vizio di gola? A noi non costa nulla mangiare altro. A loro costa la vita”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento