Milano CentroToday

Piazza del Duomo: un privato finanzierà il restauro dei palazzi per 3,1 milioni

Pronta la delibera di giunta. I lavori dureranno anni e si organizzeranno anche i "cantieri aperti" con visite da parte della cittadinanza

Foto Wikipedia

Uno sponsor privato finanzierà interamente i lavori di riqualificazione delle facciate e dei portici di piazza del Duomo. Lo ha annunciato l'assessore al bilancio e demanio Roberto Tasca spiegando che la giunta, con una apposita delibera, ha approvato le linee di indirizzo per la sponsorizzazione del restauro dei palazzi (di proprietà comunale) sugli affacci nord e sud della piazza e sulle vie Mazzini e Mengoni. Il piano prevede anche la riqualificazione della Cittadella degli Archivi in via Gregorovius, alla Bicocca. 

E ci sarebbe già un soggetto interessato a finanziare tutti i lavori, che costeranno circa tre milioni e 100 mila euro, di cui 400 mila euro per via Gregorovius. «Proseguiamo nel percorso di valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune e in questo caso con un intervento di restauro importante e prestigioso in piazza Duomo», afferma Tasca: «Un intervento che per l'amministrazione sarà a costo zero grazie all'interesse di uno sponsor che coprirà le spese dei lavori. Un passaggio che racconta molto bene il grado di partecipazione dei privati all'interesse pubblico».

L'intervento prevede una programmazione a lotti. Ci sarà una copertura pubblicitaria di tre o quattro campate per volta, in modo che il ponteggio non ingombri, per una superficie superiore al 25 per cento di quella complessiva e per una durata non superiore a quattro anni, non prorogabili. I lavori prevedono la realizzazione di opere di pre-consolidamento, pulitura, incollaggi sigillature e stuccature, consolidamento in profondità, consolidamento corticale, protezione delle superfici, nelle modalità adeguate definite secondo le risultanze delle indagini diagnostiche, messa in opera di un sistema di monitoraggio continuo della struttura.

Cantieri aperti

Collateralmente si avvierà una campagna di presentazione del progetto alla cittadinanza, di concerto con l’amministrazione comunale, che prevede anche iniziative di "cantiere aperto". Il Comune di Milano, in applicazione del Codice degli Appalti verificherà, all’atto della presentazione del progetto definitivo, l’eventuale sussistenza di ulteriori soggetti interessati a presentare domande concorrenti e migliorative, pubblicando un apposito avviso sul sito Internet del Comune di Milano per trenta giorni. L’avviso prevederà inoltre che l’affidamento delle successive fasi avverrà soltanto dopo il parere della Sovrintendenza sul progetto definitivo ed approvazione da parte dell’amministrazione comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento